Programma Comunali 2018

pieghevole_inBUSSOLENGO

scarica qui il programma completo in pdf

MoVimento 5 Stelle

PREMESSA AL PROGRAMMA AMMINISTRATIVO

Il Movimento 5 Stelle di Bussolengo presenta il programma amministrativo per il Comune di Bussolengo (VR), ispirato a 5 valori-cardine sui quali si vuole costruire una gestione della res publica a misura di Cittadino e per il Cittadino: COMUNITÀ, ONESTÀ, SOSTENIBILITÀ, PARTECIPAZIONE, SOLIDARIETÀ.

Il Programma si articola in quattro aree di attività, ognuna delle quali, al suo interno, si concretizza in temi rilevanti per l’interesse della collettività:

  • Comunicazione e Servizio
  • Sviluppo sostenibile
  • Settore Sociale e Bisogni Speciali
  • Economia, Ambiente, Viabilità

 

DICHIARAZIONI DI INTENTI

La Lista “MOVIMENTO 5 STELLE” è composta da persone che intendono la politica come servizio, vogliono promuovere azioni di impegno per i diritti civili, sociali ed ambientali, sensibilizzando la Cittadinanza alla partecipazione diretta e alla presa di coscienza anche dei propri doveri, per un Paese sempre più vivibile e felice. Le candidature sono “a tempo determinato”. Nessuno è politico di professione ma svolgerà il suo compito con il massimo della professionalità (obbligo per gli eletti del Movimento 5 Stelle di un massimo di 2 mandati elettorali a qualsiasi livello). Sarà proposto un confronto continuo con la cittadinanza che non si fermi al momento dell’eventuale “entrata nel sistema”. Il tutto in piena autonomia, lontani dalle logiche di partito, liberi da ogni condizionamento. Si è al servizio: non si chiede una “carica”, ma un “incarico”. Ogni candidato è trasparente, cittadino incensurato e non iscritto ad alcun partito politico. Si è parte di una Comunità più grande: la Lista “MOVIMENTO 5 STELLE” è in sinergia con tantissime altre liste presenti sul territorio italiano, per condividere i temi della giustizia, legalità, trasparenza. Il gruppo dei cittadini 5 Stelle che hanno lavorato a questo programma collaborato tra loro, interagito con le persone e le realtà presenti nel Comune e – punto di forza del Movimento 5 Stelle – hanno e continuano a collaborare con i gruppi dei cittadini dei comuni vicini poiché molti dei temi che riguardano Bussolengo hanno un impatto che va oltre i confini del Comune e che, talvolta, trovano ispirazione in decisioni prese a livello sovracomunale. L’idea di politica che si vuole portare avanti è basata sul confronto, sulla partecipazione, sull’apertura a contributi che provengono dalle realtà territoriali in cui viviamo ed insieme alle quali si vogliono cercare le soluzioni più appropriate. Obiettivo primario del Movimento 5 Stelle è il cambiamento del concetto attuale della politica, da attività delegata nell’istante stesso del voto, ad azione partecipata per il bene comune e con il contributo di tutti, in un contesto di sviluppo sostenibile, attento alle esigenze attuali e delle generazioni future. Il Movimento 5 Stelle non conosce il “compromesso” come viene inteso dalle tradizionali forze politiche che con questo termine spesso, anche se non dichiaratamente, intendono lo scambio reciproco di poltrone o favori; ma i cittadini di Bussolengo impegnati in questa esperienza hanno ben presente che amministrare una comunità significa spesso mediare tra bisogni contrastanti. Il principio ispiratore di ogni decisione, qualora si rendesse necessario il contemperamento di interessi contrapposti di pari dignità, sarà esclusivamente “il maggior beneficio per il maggior numero di persone”.

La programmazione finanziaria deve tener conto del difficile periodo che il sistema economico-produttivo sta attraversando, dell’aumento della disoccupazione, soprattutto giovanile, delle difficoltà di integrazione fra le varie etnie che inevitabilmente connotano tutte le comunità, il peso sempre maggiore delle difficoltà economiche, a fronte di un impressionante impoverimento dei servizi. A tutto questo occorre far fronte con un lavoro di ricognizione dei bisogni esistenti a Bussolengo, di censimento delle risorse attive sul territorio (economiche, umane, energetiche, ambientali, turistiche, imprenditoriali) e loro ottimizzazione, di riscoperta della Comunità come unione di Cittadini in interazione costruttiva per il bene comune. Questo è il lavoro e l’esperienza che il Movimento 5 Stelle ha fatto in questi anni di attività sul territorio e all’opposizione in consiglio comunale ed è soprattutto il lavoro che si impegna a continuare.

 

Comunicazione e Servizio

 

Sempre più istituzioni internazionali come l’Unione Europea o il Consiglio d’Europa promuovono processi di collaborazione tra enti pubblici e cittadini; in Italia abbiamo delle leggi specifiche che favoriscono tali rapporti.

 

DEMOCRAZIA PARTECIPATIVA E TRASPARENZA

Un reale coinvolgimento dei cittadini nel governo del territorio si può concretizzare soltanto se il primo passo è la comunicazione: il M5S, qualora governasse il Comune, s’impegna a comunicare tempestivamente le discussioni in atto con informazioni facilmente reperibili e in un linguaggio accessibile a tutti e a rendere trasparenti i processi decisionali. Lo strumento principale sarà il sito web del Comune, ristrutturato a questi scopi. In seconda istanza si impegna a curare l’organizzazione di dibattiti pubblici in cui i cittadini potranno confrontarsi su vari temi, nonché a mettere a disposizione gli spazi ed eventuali figure professionali esperte nel moderare gli incontri. Il terzo passo sarà favorire il dialogo tra Amministrazione e Cittadini mediante assemblee pubbliche, dove le istanze, le raccomandazioni e le proposte di tutti si confronteranno con quelle delle Istituzioni.

 

TRASPARENZA NELLA FORMAZIONE DELLA GIUNTA: LE COMPETENZE PRIMA DI TUTTO

Nei partiti tradizionali la spartizione delle ambite poltrone degli assessori avviene dopo le elezioni, sulla base dei conteggi dei voti: regalare un assessorato significa ringraziare chi ha portato più voti. L’assessorato è “moneta di scambio” per le alleanze che i partiti tradizionali e le liste civiche fanno per vincere le elezioni. Il M5S vuole porre fine a questa consuetudine e tornare a mettere la competenza al centro delle scelte politiche: a Bussolengo vogliamo solo persone competenti e indipendenti. Gli assessori che andranno a lavorare per la prossima giunta M5S del Comune di Bussolengo, saranno scelti in base ai loro curricula e alla loro competenza specifica, rendendo pubblico tale processo. I requisiti per l’ammissione saranno:

  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non aver riportato condanne penali e non avere procedimenti penali in corso;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione, ovvero non essere stati licenziati per persistente, insufficiente rendimento o a seguito dell’accertamento che l’impiego era stato conseguito mediante produzione di documenti falsi e comunque con mezzi fraudolenti
  • non essere candidati in liste civiche o partiti per le future elezioni amministrative del 10 giugno 2018 al Comune di Bussolengo.

I criteri preferenziali:

  • laurea specifica per l’assessorato scelto
  • esperienze e ruolo maturato nel medesimo ambito
  • residenza in Bussolengo
  • conoscenza della realtà territoriale del Comune di Bussolengo
  • aver svolto attività legate a comitati territoriali o associazioni sul territorio
  • conoscenze informatiche
  • esperienza di vita
  • comprovato attivismo nell’ambito del M5S nello specifico settore
  • non essere iscritto a nessun partito politico
  • assenza di conflitto di interessi

 

BILANCIO PARTECIPATIVO

Il M5S, qualora governasse il Comune, si impegna ad approntare questo importante strumento di democrazia partecipativa che permette ai cittadini di intervenire nelle scelte economiche e finanziarie della propria Amministrazione, stabilendo democraticamente come investire quella parte del bilancio comunale libera da vincoli finanziariamente incomprimibili. Concretamente, il processo per la costruzione del bilancio partecipativo si svolge in un ciclo annuale articolato in varie fasi in corrispondenza dei diversi momenti dell’anno; esso è, pertanto, vincolato a tempi uguali ogni anno e ben noti ai cittadini che partecipano al percorso. Le fasi del bilancio partecipativo sono:

  1. informazione alla cittadinanza: incontri con le associazioni del territorio, punti informativi nei principali luoghi di aggregazione, distribuzione di materiale informativo presso sportelli comunali, scuole e in occasioni pubbliche, pagina web dedicata sul sito del Comune
  2. confronto tra i cittadini e decisione sulle priorità di investimento: l’ascolto della cittadinanza avviene attraverso la raccolta delle proposte o dei bisogni, con modalità diversificate (assemblee propositive, questionari, discussioni sul sito web, altro).
  3. verifica tecnica: il vaglio delle proposte avverrà attraverso tavoli di attuabilità con esponenti della cittadinanza e componenti degli uffici comunali interessati
  4. voto diretto dei cittadini sulle singole proposte: quelle che ottengono maggiore consenso verranno deliberate e inserite nel bilancio. Lo scopo è una approvazione condivisa di un documento contabile politicamente importante per la comunità.

 

A conclusione del percorso del bilancio partecipativo l’Amministrazione comunale si impegna a realizzare gli interventi votati per i quali si è preventivamente verificata la fattibilità.

PIANO DEGLI INTERVENTI PARTECIPATO

Il P.I. di Bussolengo pianificherà il futuro del Comune e dei suoi abitanti indicando come, quando e se intervenire :

  • sulle aree coltivabili, boscate e libere
  • sul verde pubblico,
  • sui servizi per la popolazione,
  • sul centro storico e le altre zone già edificate
  • sulle aree commerciali, artigianali ed industriali,
  • sulle aree edificabili.

E’ un progetto fondamentale che influenza enormemente la qualità della vita dei cittadini e quindi perché non far partecipare i cittadini alla sua costituzione? Gli strumenti possono essere vari:

  • tavoli di lavoro tematici (ambiente, sociale, sviluppo, mobilità …) composti da “cittadini attivi”
  • uffici comunali dove il cittadino comune può visionare l’evoluzione del progetto
  • materiale informativo a disposizione dei cittadini presso il Comune
  • pagina dedicata del sito web del Comune

Come sarà Il Piano degli interventi: Sarà innanzitutto uno strumento semplice (per essere compreso da tutti e dare certezza sulla possibilità o meno di intervento), chiaro (per garantire modalità ragionevoli e tempi certi, pur mantenendo il controllo degli uffici pubblici a garanzia di tutti) e inderogabile (per eliminare la “cultura” del favore). Il suo disegno lo decideremmo insieme, fuori dalle logiche della speculazione immobiliare e dal consumo insensato di suolo. Ma poiché da questo strumento dipende il futuro del nostro paese, la casa della nostra comunità, dovrà essere ispirato da alcuni principi fondamentali:

Il paese non potrà espandersi oltre quelli che sono gli attuali limiti degli abitati.

  • Massima vigilanza su cave e aperture di nuove Gsv (Grandi Strutture di Vendita) che essendo di competenza sovra comunale, prevedono un parere meramente consultivo da parte del comune, pur interferendo in maniera pesante sul territorio.
  • Tutela massima del territorio agricolo pur riconoscendo la possibilità di ragionevoli interventi per reali esigenze legate all’agricoltura.
  • Incentivazione di interventi, privati e imprenditoriali sulla riqualificazione del centro storico e del patrimonio edilizio esistente soprattutto in sicurezza ed efficienza energetica.
  • Salvaguardia del decoro del nostro paese con un “prontuario della qualità” fatto di poche, semplici, ma importanti regole, per una paese più elegante, sobrio, rispettoso del bello che abbiamo ereditato e dove le nuove forme siano risultato di una ricerca estetica di valore e non frutto dell’arbitrio e del capriccio.

REFERENDUM CONSULTIVO, PROPOSITIVO A “QUORUM ZERO” ED A “COSTO ZERO”

Le idee dei cittadini (singoli/associazioni/comitati/movimenti) per migliorare Bussolengo saranno prese in considerazione e sottoposte al giudizio di tutti gli abitanti. Il referendum permette di far valutare alla cittadinanza le proposte più sentite. Non deve essere previsto un quorum: il referendum è valido se ottiene la maggioranza dei voti totali. Questo favorisce maggior partecipazione, più dibattito e più affluenza al voto poiché i cittadini sanno che indipendentemente dall’affluenza il risultato sarà comunque valido. Per abbattere i costi delle consultazioni referendarie si adotteranno strumenti telematici, con un sistema di accreditamento costituito da codice fiscale/password, per garantire l’unicità del voto. Il supporto per coloro che non hanno dimestichezza con l’uso degli strumenti informatici sarà fornito dal personale del Comune presso lo “Sportello del Cittadino”.

 

Sviluppo sostenibile

 

Il M5S ha lavorato in questi mesi per individuare misure sostenibili dal punto di vista economico-finanziario che possano garantire una migliore efficacia ed efficienza della macchina amministrativa ed essere un utile strumento per gli operatori economici sul territorio comunale.

 

INFORMAZIONE E TECNOLOGIA

Riprogettazione del sito internet del Comune con la creazione di un’interfaccia più semplice, pensata per favorirne l’utilizzo anche da parte dei cittadini meno pratici di computer;

Implementazione di nuove funzioni nel sito web del Comune quali:

  • monitoraggio dell’operato dei singoli consiglieri;
  • newsletter: gli iscritti riceveranno -via e-mail o con sms- un report periodico sull’attività svolta dall’Amministrazione con le Delibere della Giunta e Atti amministrativi relativi ad argomenti di interesse;
  • piattaforma on-line di partecipazione per i cittadini per proposte, commenti e integrazioni di istanze portate avanti da altri cittadini;
  • sportello virtuale al quale si possono fare segnalazioni su disservizi o proposte di migliorie;
  • semplificazione dei pagamenti (es. rette scolastiche, multe dei vigili);
  • pagina web integrata a quella del Comune, dedicata esclusivamente alle iniziative rivolte ai giovani;
  • razionalizzazione delle spese degli uffici comunali con l’utilizzo di software “open source”, ove possibile.
  • Identità digitale comunale

 

SERVIZIO DI QUALITÀ RIVOLTO AL CITTADINO

  • “Sportello per il Cittadino”: istituzione di un servizio di relazioni con la cittadinanza per favorire l’accesso alle informazioni, con personale competente che supporta i cittadini con diversi mezzi (sportello alla persona, carta dei servizi, internet) a conoscere meglio i meccanismi del comune, le normative, gli strumenti, i regolamenti dell’Amministrazione, le associazioni presenti sul territorio, i servizi offerti in vari ambiti nonchè aiuto per necessità particolari. Individuate le risorse e le disponibilità verrà aperto anche a San Vito per essere più capillari sul territorio;
  • Valorizzazione del personale del Comune con la riqualificazione continua delle professionalità e motivazione di quanti prestano un servizio pubblico;

 

MODALITÀ OPERATIVE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

 

Il Movimento 5 Stelle fa della trasparenza nella pubblica amministrazione il suo punto di forza. Incarichi pubblici e società partecipate:

Nelle valutazioni per l’assegnazione dei posti nelle società pubbliche o a partecipazione pubblica sarà valutata esclusivamente la formazione e l’esperienza professionale;

 

I membri del Consiglio Comunale e della Giunta dovranno fornire i seguenti dati:

  • Curriculum scolastico e professionale.
  • Incarichi elettivi ricoperti nel tempo.
  • Lo stipendio, i rimborsi e/o i gettoni di presenza percepiti a qualsiasi titolo dal Comune.
  • Dichiarazione dei redditi relativa all’anno precedente l’assunzione dell’incarico, degli anni in cui ricopre l’incarico.
  • Dichiarazione annuale concernente i diritti reali su beni immobili e beni mobili iscritti in pubblici registri; le azioni di società e le quote di partecipazione a società; l’esercizio di funzioni di amministratore o sindaco di società.
  • Dichiarazione delle eventuali partecipazioni in società che hanno rapporto con il Comune di Bussolengo e/o cariche sociali ricoperte all’interno di società che operano con il Comune di Bussolengo.
  • Dichiarazione, da parte dell’eletto, di appartenenza ad associazioni.
  • Registro-spese per viaggi per conto del Comune, per spese telefoniche, spese varie.
  • Atti presentati, comprese le interrogazioni, con relativi iter fino alla loro conclusione.
  • Il quadro delle presenze ai lavori dell’Istituzione e delle Commissioni di cui fa parte e i voti espressi sugli atti adottati dalla stessa.
  • Il tempo medio impiegato nel rispondere alle interrogazioni ricevute.

Chi è nominato/designato in enti, aziende, associazioni o società dipendenti, controllate o partecipate dal Comune, dovrà fornire i seguenti dati:

  • Incarichi elettivi ricoperti nel tempo.
  • Curriculum scolastico e professionale.
  • Elenco delle cariche già ricevute dal nominato per conto di qualsiasi amministrazione pubblica della Repubblica Italiana, dettagliando l’Ente, il periodo in cui ha espletato il mandato, e gli eventuali emolumenti ricevuti in tale periodo.
  • Lo stipendio, i rimborsi e/o i gettoni di presenza percepiti a qualsiasi titolo nel periodo di nomina.
  • Dichiarazione dei redditi relativa all’anno precedente l’assunzione dell’incarico, degli anni in cui ricopre l’incarico.
  • Dichiarazione annuale concernente i diritti reali su beni immobili e beni mobili iscritti in pubblici registri; le azioni di società e le quote di partecipazione a società; l’esercizio di funzioni di amministratore o sindaco di società.
  • Dichiarazione, da parte dell’eletto, di appartenenza ad associazioni.

 

TURISMO

Il gruppo dei cittadini 5 Stelle di Bussolengo lavora con i cittadini 5 Stelle dei comuni limitrofi per potenziare lo sviluppo turistico a Bussolengo. L’obiettivo è incentivare il turismo di esplorazione del territorio (paesaggio, storia, tradizioni e cultura) della nostra provincia. A tal proposito, il M5S, qualora governasse il Comune:

  • fornirà un servizio di informazioni per la promozione turistica: prenotazioni di visite verso luoghi di interesse della provincia, alloggi, altro;
  • coordinerà eventi in sinergia con i territori limitrofi, gardesano e Valpolicella, e coinvolgendo gruppi di lavoro, associazioni di categoria (culturali, sportive e di volontariato);
  • promuoverà il turismo enogastronomico valorizzando i prodotti locali;
  • lavorerà per razionalizzare il turismo di prossimità e breve durata, una reale risorsa economica per il Comune (navette da/verso le fiere di Verona o i parchi-divertimento, come Gardaland, Caneva, Parco Natura Viva per gli ospiti delle strutture ricettive di Bussolengo);
  • si impegna a sviluppare la rete ciclabile secondo standard di mobilità moderna: con segnaletiche degli itinerari, abbattendo le barriere architettoniche per il corretto transito sulle piste in sicurezza, aumentando il numero delle rastrelliere e mettendo attrezzature lungo le piste ciclabili. Questi interventi si rendono necessari in considerazione delle potenzialità di Bussolengo che si trova lungo la Ciclopista del Sole: un tragitto di 400 Km che parte dal Brennero passando per il lago di Garda e arrivando fino a Verona.
  • pertanto, si adopererà, in sinergia con gli operatori commerciali sul territorio, per aumentare l’attrattività commerciale lungo i percorsi ciclabili per una concreta “spendibilità” delle vacanze in bicicletta così da incrementare i flussi turistici verso il nostro Comune.

 

IMPRESE E LAVORO

Al fine di fornire strumenti utili alle imprese ed ai cittadini in cerca di occupazione, il M5S bussolenghese intende far conoscere le realtà sul territorio e promuovere l’incontro tra domanda ed offerta di lavoro.

Uno strumento fondamentale sarà il sito web del Comune che dovrà consentire – a costo zero – alle imprese con sede nel territorio comunale di mettersi in evidenza e di poter inserire la propria anagrafica in una sezione dedicata, consentendo il link diretto al sito aziendale o alla pagina facebook. Il censimento delle aziende sul territorio permetterà altresì di informare delle eventuali gare d’appalto attraverso un sistema di “gare on line” su modello di quelle del comune di Verona.

Dovranno altresì essere migliorati i sistemi di comunicazione con gli operatori nel settore del collocamento che già operano con alcuni uffici comunali, approntando una procedura specifica che consenta di comunicare loro tempestivamente i dati delle imprese che intendono stabilirsi nel territorio comunale, al fine di promuovere l’assunzione dei residenti nello stesso comune.

 

Sportello Europa: specializzato per il recepimento delle politiche attive e degli incentivi promossi dalla comunità europea, al fine di promuovere corsi di formazione al lavoro, nuove startup di impresa, sviluppo, e capace di promuovere la collaborazione delle università in progetti di ricerca per un miglioramento dei servizi, delle imprese e della qualità di vita. Questo ufficio si interfaccerà con le associazioni i gruppi organizzati, i singoli cittadini, oltreché con l’amministrazione, allo scopo di aiutare queste realtà a promuovere e realizzare progetti di utilità comunale.

 

Il Project Financing dovrà essere tale: opere pubbliche realizzate da privati con fondi propri in cambio dell’affidamento della gestione pluriennale (remunerazione del capitale investito tramite gli utili prodotti dalla gestione fino a scadenza del contratto) che dovrà essere subordinato all’accettazione di criteri di gestione non speculativi  e al relativo controllo da parte dell’Amministrazione Comunale. La reciproca convenienza tra privato e cittadinanza dovrà essere qualificata e resa pubblica. Tali progetti dovranno essere discussi in Consigli Comunali Aperti con diritto di parola a cittadini e associazioni.

Apertura di uno spazio di coworking dedicato a giovani e professionisti per favorire la condivisione di diverse competenze professionali e lo sviluppo di progetti imprenditoriali.

 

Settore Sociale

 

Il Comune di Bussolengo e uno dei Comuni a maggiore densità di popolazione della provincia. É dunque richiesta un’adeguata organizzazione dei servizi dedicati alle politiche sociali, alla scuola e alla cultura (servizi alla persona).

 

VALORIZZAZIONE DELL’ESISTENTE PER PORTARLO ALL’ECCELLENZA

Il programma del Movimento 5 Stelle bussolenghese intende mantenere, promuovere, valorizzare e ottimizzare l’eccellenza di unicità del nostro territorio frutto della collaborazione tra ULSS 9 e Comune di Bussolengo in collaborazione con altri Comuni vicini. L’esistenza di educatori territoriali e assistenti sociali che lavorano insieme e collaborano a diverse iniziative è una risorsa da salvaguardare e portare all’ottimizzazione. Si attueranno, a tal proposito le sinergie necessarie per permettere alla Comunità di fruire massimamente di questi servizi.

 

CARTA DI CREDITO PARTECIPATIVO

Istituzione della Carta di credito partecipativo: i cittadini che partecipano ad attività sociali e civiche promosse dall’amministrazione e/o dalle associazioni e dalle parrocchie, accumuleranno crediti che verranno convertiti in agevolazioni e sconti sulle tariffe di servizi promossi dall’Amministrazione e da strutture convenzionate.

 

PROGETTO EVERGREEN

Il progetto ” Evergreen “è un servizio comunale dedicato alla popolazione di età compresa tra i 60 e i 75 anni, un servizio che mette al centro il cittadino dando informazioni, organizzando iniziative locali, possibilità di aiuto offerte di collaborazione professionale, nuove forme di volontariato, una tessera dedicata da utilizzare per chi volesse farne parte, usufruendo di sconti per attività sportive, corsi d’informatica, corsi di lingua. La fascia di età tra i 60 e i 75 anni non può essere definita anziana, spesso sono persone andate in pensione dopo una vita passata a lavorare che si ritrovano a reinventarsi la giornata, finendo spesso a chiudersi in casa e rimanendo poco attivi. Il progetto avrà come scopo di unire e creare una rete tra cittadini che possono collaborare ed essere parte attiva nel nostro Comune, dando spazio ad iniziative sempre più vicine alle loro esigenze. Esisterà uno spazio dedicato all’interno del Comune, dove le persone potranno incontrarsi.

 

PROGETTO TERZA GIOVINEZZA

Coinvolgendo il CTP (Centro Territoriale Permanente), i servizi comunali già attivi, le altre agenzie del privato sociale si vuole aprire un tavolo in cui:

  • Individuare le attività che mettono al centro i bisogni degli anziani e trovare insieme le soluzioni;
  • Centro diurno per anziani come luogo di socializzazione, di mantenimento delle autonomie e delle capacità funzionali, ma anche come servizio di sostituzione rispetto al carico di cura familiare per essi;
  • studio e attuazione di un piano per la mobilità dei cittadini disabili e per gli anziani;
  • servizio per aiutarli nella società tecnologica (corsi base di computer e utilizzo internet per insegnare, ad esempio, la gestione dei pagamenti delle bollette);
  • informazione per la salute e la prevenzione delle malattie;
  • corsi finanziati dal comune indirizzati agli anziani durante i quali verranno spiegate le più comuni pratiche di truffa ai loro danni;
  • coinvolgimento degli anziani in attività stimolanti e utili alla collettività, nonché in iniziative di tipo culturale, ricreativo e/o turistico, anche in collaborazione con le scuole dell’infanzia e le scuole primarie, promuovendo progetti specifici in modo che i bambini entrino in contatto con le tradizioni, le conoscenze, i saperi del luogo e così due generazioni diverse possano incontrarsi.
  • Rilancio e ampliamento degli Orti per la terza età

 

POLITICHE GIOVANILI

Le politiche giovanili terranno conto sia della vita professionale, sia della necessità ricreativa dei giovani.

  • potenziamento del servizio Informa-Giovani
  • sostenere le attività extrascolastiche (sportive, sociali, culturali, ricreative) che aiutino i giovani a crescere nei valori dell’impegno e della realizzazione di sé e ad inserirsi nella società, per prevenire il disagio sociale attraverso:
  • concorsi musicali per gruppi e artisti emergenti;
  • promuovere l’esibizione di giovani artisti, musicisti, artisti di strada perfomer, artisti di strada, writer
  • promozione di eventi, mostre e manifestazioni artistiche autogestite dai giovani;
  • il “Coordinamento delle Associazioni” presenti nel territorio comunale, creando uno spazio di ritrovo dedicato alle stesse, la “Casa delle Associazioni” (con sale prove, Internet Access point, WEB Radio, Regia Video).
  • progetti di sensibilizzazione, realizzati con le associazioni competenti, sul fenomeno dell’assunzione di alcolici e stupefacenti  da parte dei giovani, sulla ludopatia e sulle tematiche di sessualità giovanile;
  • Creazione di una rete tra Comune, associazioni e industrie al fine di organizzare stage per ragazzi in cerca di prima occupazione e durante le vacanze estive
  • Quota di bilancio partecipativo riservato per la fascia tra i quindici e i vent’anni
  • Corsi di educazione civica

 

FAMIGLIA

Le Politiche per la Famiglia mirano a valorizzare il nucleo familiare non solo come fatto privato ma come risorsa per la società, vista la sua funzione educativa ai valori civili, al confronto e all’incontro fra le varie generazioni, nonché come ammortizzatore sociale nell’assistenza delle persone che ne fanno parte. Per questo tutti i punti del programma che sono rivolti all’individuo, sono anche rivolti alle famiglie come soggetto sociale.

 

CITTA AMICA DEI BAMBINI E DEGLI ANZIANI

La nostra è una Bussolengo a misura di bambino e di anziano. Una Bussolengo a misura di bambino è una Bussolengo a misura di tutti. Vogliamo onorare la Carta ONU dei Diritti dei Bambini e delle Bambine con il coinvolgimento delle Scuole: si parte dalla costituzione dei consigli dei ragazzi e delle ragazze, dalle loro idee gli amministratori dovrebbero trarre spunto per concretizzare quelle sostenibili.

 

BANCA DEL TEMPO

È un progetto già presente in molti comuni italiani, da promuovere nuovamente. Il M5S di Bussolengo vuole agire in questa direzione. Il progetto si sostanzia nella disponibilità dei cittadini a spendere le proprie competenze/capacità/abilità e il proprio tempo in un servizio regolamentato dove si diventa a propria volta creditori di “tempo”, in una sorta di baratto e mutuo scambio. È un progetto di cittadinanza attiva dove si possono mettere in comune servizi e riceverne in cambio altri: ad esempio, stirare, fare giardinaggio, aiuto ai compiti, lezioni private di ogni tipo dalla cucina alle lingue straniere, fare la spesa, baby sitting sono alcune delle attività per le quali si può mettere a disposizione il tempo, e riceverne.

 

TUTELA DEGLI ANIMALI

Il Trattato di Lisbona, all’articolo 13, definisce gli animali quali «esseri senzienti», il cui benessere, all’interno dell’Unione europea, deve essere tutelato attraverso una legislazione adeguata ed efficace.

L’amministrazione comunale si impegnerà ad attuare tutte quelle procedure che semplifichino l’adozione di un animale e ne garantiscano il suo benessere.

A questo proposito promuoveremo la creazione sul sito web comunale di una banca dati dove convogliare tutti i casi di animali adottabili, smarriti e ritrovati.

 

ATTIVITÀ SPORTIVE

Il Comune promuove la pratica sportiva di base, sostiene lo sport professionistico e, per questo, si propone di:

  • affiancare alla pratica sportiva l’educazione alimentare per bambini e i loro genitori;
  • favorire le collaborazioni tra le scuole e le società sportive;
  • promuovere attività fisiche per gli anziani, negli impianti sportivi comunali e nei parchi;
  • organizzare giornate dello sport per tutti i cittadini; Il Comune si attiverà per la costituzione di un Coordinamento Sportivo Unico che metta in comunicazione le diverse società sportive, le scuole, gli istruttori, gli insegnanti, i tirocinanti e i volontari nella gestione delle strutture presenti: campo sportivo, palestre del territorio, allo scopo di ampliare e coordinare meglio l’offerta ludico-sportivo-formativa.
  • Riqualificazione degli impianti in abbandono e valorizzazione del campo da minitennis

 

CULTURA

L’organizzazione ed il supporto ad eventi culturali, la cultura del territorio, delle tradizioni e della storia, la promozione di valori civici qualificano un’amministrazione che ha a cuore il benessere totale dei suoi cittadini. Compatibilmente con le risorse presenti, si promuoverà:

  • L’organizzazione eventi, spettacoli (teatro, cinema e musica) e conferenze che favoriscano la permanenza in paese dei cittadini e degli ospiti con iniziative di qualità, anche in collaborazione o in relazione ad altre proposte dei comuni limitrofi, con particolare attenzione al periodo estivo;
  • l’organizzazione di gruppo di guide turistiche plurilingue (Cicerone Bussolengo) per valorizzazione del patrimonio artistico, per i cittadini e gli ospiti, con partecipazione volontaria di studenti che, con apposite convenzioni, otterranno crediti scolastici e universitari;
  • l’organizzazione di una mostra a ricordo di Beni Montresor e della sua opera di regista e scenografo,
  • l’organizzazione di un premio per giovani artisti (autori teatrali, scenografi, registi, …) dove non conta tanto il premio in denaro, ma la possibilità di incontrarsi ed esporre insieme, fare laboratori teatrali e scenografici, qui a due passi dal più grande teatro all’aperto: l’Arena di Verona.

 

POLO CULTURALE VILLA SPINOLA

Villa Spinola, stupendo edificio storico, circondato da uno splendido parco, è stato messo in sicurezza e la sua completa ristrutturazione potrà essere fatta in più fasi. Il Movimento 5 Stelle di Bussolengo intende, compatibilmente con le risorse economiche a disposizione, restituire “VILLA SPINOLA” alla collettività, creandovi un POLO CULTURALE e dando la possibilità all’associazionismo bussolenghese di avere una propria sede. Inoltre intende ridare alla cittadinanza il bellissimo ‘polmone verde’ che è il suo parco, ideale per trascorrere del tempo in una cornice rilassante e di svago.

 

Economia, Ambiente, Viabilità, Sicurezza

 

Bussolengo ha una superficie di 24,28 Kmq 20.070 abitanti densità 819,48 abitanti /Kmq. Siamo un paese con molti abitanti e un territorio piccolo. E’ un dato importante, da tenere a mente.

Tutti gli interventi dovranno rispettare il principio «cercare di sfruttare al massimo ciò che già esiste fermando il consumo di territorio», privilegiamo la ristrutturazione e il recupero del patrimonio edilizio esistente.

 

IL PI “DOCUMENTO DEI CITTADINI”

La prossima amministrazione sarà tenuta a completare e modificare il Piano degli Interventi  considerando le caratteristiche e le peculiarità del nostro territorio, coniugando le necessità dei cittadini con quelle  della comunità . Noi vogliamo che diventi, con il metodo e le procedure di democrazia partecipativa prima espresse, il “Documento dei Cittadini”, pertanto un PI: partecipato che integra la democrazia diretta e la democrazia rappresentativa, attiva e coinvolge risorse, culture e capacità produttive locali, coinvolge creatività e capacità progettuale della comunità, stimola la cittadinanza attiva, costruisce un interesse collettivo e uno sviluppo condiviso integrato e sostenibile, migliora qualità delle scelte progettuali e capacità di rispondere alle esigenze dei cittadini e, soprattutto, garantisce un controllo del processo diffuso, scelte trasparenti ed eque.

 

QUALCOSA CHE DOBBIAMO FARE ASSOLUTAMENTE

In una situazione che abbiamo visto essere critica sotto il profilo finanziario, fondamentale sarà la ricerca delle risorse necessarie per eliminare il più possibile le barriere architettoniche che ancora insistono in paese. Dobbiamo rendere il paese accessibile anche a chi ha difficoltà a muoversi. Bussolengo deve diventare un paese accessibile per tutti .Se non partiamo dal aiuto verso chi è in difficoltà, se non pensiamo che il primo punto del nostro agire sia la solidarietà, siamo una comunità destinata a disgregarsi e non a progredire.

 

QUALCOSA CHE POSSIAMO FARE

Per il parco Sampò e altre zone del paese da recuperare con una riforestazione diffusa. Possiamo diventare “il paese che piantava gli alberi” imitando il protagonista del libro di Jean Giono “L’uomo che piantava gli alberi”. Siamo 7700 famiglie, se di queste, solo il 20% adottasse un albero, con un investimento di 25/30 euro per famiglia, si potrebbero piantare 1500 alberi. Sono una piccola foresta da godere assieme e lasciare in eredità ai nostri figli, ai nostri nipoti Gli alberi sopravvivranno a noi, la futura gente di Bussolengo ricorderà con affetto e gratitudine quelle famiglie che tanti anni prima avevano investito un piccola somma e un po’ del proprio tempo per dare un enorme ricchezza al paese. Si può fare in autocostruzione, con un efficace coordinamento e buona volontà. È possibile farlo, perché è già stato fatto. Inoltre si possono utilizzare in un armonico progetto i contributi della legge 113/92 (Legge Rutelli che obbliga a piantare un albero per ogni bambino nato o adottato).

 

AREE VERDI

Proseguire negli interventi per incrementare e migliorare la gestione delle aree verdi del comune di Bussolengo:

  • Individuazione e realizzazione di due grandi aree verdi di pubblica fruizione;
  • Piantumazione e manutenzione delle aree attualmente esistenti;
  • Realizzazione di una cooperazione con le aziende del territorio per l’inserimento nel mondo del lavoro dei giovani residenti interessati, nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro;
  • Programmi di trattamento continui per la prevenzione della diffusione di ratti e zanzare;

 

TRAFFICO E VIABILITA’

Intervenire sulle criticità della viabilità razionalizzando alcuni nodi di traffico. Ne elenchiamo alcune:

  • Riorganizzazione della viabilità in alcune aree nevralgiche del centro paese e introduzione di sistemi per la prevenzione dei rischi;
  • La zona della Citella utilizzando finalmente via Svolta, opera dal costo elevato e poco usata;
  • L’innesto di Via Guido Rossa, Via Bachelet con Via Verona;
  • La zona Monti in prossimità della Flover;
  • Introduzione di sistemi semaforici asincroni nella zona di intersezione tra via De Gasperi e via Gardesana;
  • Interventi per fluidificare il traffico nella zona ‘Martinelli’ e in generale lungo la direttrice di via Gardesana nelle ore di maggior afflusso;
  • Verifica delle rotonde e integrazione con sistemi di fluidificazione del traffico;
  • Ottimizzazione del piano parcheggi e realizzazione di nuovo aree;
  • Piani per il contrasto alle situazioni di parcheggio abusivo che impediscono una normale fruizione degli spazi comuni;
  • Prosecuzione del piano di rifacimento del manto stradale nelle strade di competenza comunale e non solo;
  • Piano per l’ammodernamento dell’impianto di illuminazione stradale allo scopo di ridurre i consumi e l’inquinamento luminoso;

 

MOBILITÀ ALTERNATIVA

  • il piano per la mobilità ciclabile sul territorio comunale BIB (Bussolengo in bicicletta)
  • il piano per muoversi sicuri in paese BAP (Bussolengo a piedi) Percorsi ciclabili e pedonali sicuri sono in larga parte realizzati. Partendo da una ricognizione precisa di quanto già abbiamo, pianifichiamo una razionale e sicura rete di piste ciclabili e di percorsi pedonali protetti per i più piccoli e i più anziani. Il progetto complessivo prevederà le integrazioni da apporre e programmerà le priorità da eseguire.

 

SICUREZZA

Il buon vicinato è il miglior antifurto.

Un dato certo, le forze dell’ordine non possono controllare in modo costante le nostre proprietà, ma noi siamo fortunati di vivere nell’era digitale. Ognuno di noi possiede strumenti per la comunicazione in tempo reale di messaggi, filmati e fotografie. L’organizzazione di gruppi di persone, disponibili a segnalare le infrazioni, permette di individuare che ha commesso il reato.

Crediamo, dunque, sia necessario:

  • Un sito istituzionalizzato per le segnalazioni
  • Una concertazione con le forze dell’ordine locali
  • La formazione e organizzazione dei gruppi di controllo civico.
  • Il posizionamento di cartelli nei quartieri con la dicitura «zona controllo del vicinato»
  • La definizione di un piano di sicurezza in accordo con la polizia locale e i carabinieri.
  • L’aumento dell’illuminazione nelle zone ad alto rischio spaccio e aggressioni.

 

RIFIUTI

Bussolengo è un paese bravo nella raccolta differenziata. Il dato è incoraggiante ed è frutto di scelte oculate che bisogna riconoscere, e del del senso di responsabilità dei cittadini di Bussolengo. Il prossimo obiettivo da raggiungere è: ”rifiuti 0”, un obiettivo ambizioso, ma raggiungibile impegnandoci con le buone pratiche sperimentate dai comuni più virtuosi che sintetizziamo nelle 4R: Riduci quello che acquisti, Ripara quello che puoi, Riusa quello che hai, Ricicla tutto il resto.

 

“La “rivoluzione” si fa nelle piazze con il popolo, ma il cambiamento si fa dentro la cabina elettorale con la matita in mano. Quella matita è più forte di qualsiasi arma, più pericolosa di una lupara, più affilata di un coltello”

Paolo Borsellino

Programma Amministrativo – giugno 2018 “MOVIMENTO CINQUE STELLE”